WHO

Copertina_0076

Scienziati sinceramente ispirati, medici liberi da condizionamenti delle industrie farmaceutiche ed economisti stanno sempre più consigliando l’introduzione di piatti vegetariani all’interno del modello dietetico. Si consiglia per esempio di ridurre o rinunciare agli alimenti di origine animale una volta alla settimana al fine di assumere più sostanze vegetali utili alla salute.

Il numero dei vegetariani in Italia è in costante crescita; siamo all’interno dell’Unione Europea, l’area culturale con più alto tasso di vegetariani/vegani.

E naturalmente sono sempre più numerosi, ai giorni nostri, quei ristoranti, pizzerie e agriturismi che offrono ai propri clienti proposte vegetariane più o meno originali. Molti chef, dopo aver osservato tali nuove tendenze, hanno deciso di investire il loro tempo libero nel miglioramento della propria preparazione in materia. Per loro cucinare con i prodotti della terra sta diventando una straordinaria opportunità di crescita e di stimolanti e fruttuosi cambiamenti.

A questo proposito, la mia esperienza di formatore è molto significativa. Da molti anni mi occupo personalmente di diffondere le “bellezze vegetariane” presso un pubblico più vasto possibile attraverso conferenze, dibattiti, corsi. Il consenso e l’affluenza – sia degli “addetti ai lavori” sia del pubblico – a questo genere di iniziative è in costante crescita. 

 

Inspired scientists, doctors free from the bias of the pharmaceutical industry and economists are increasingly advising the introduction of vegetarian dishes as part of our diet. They advise, for example, that we reduce or cut out foods of animal origin once a week so that we eat more vegetable- based substances that are good for our health. The number of vegetarians in Italy is constantly increasing; in the European Union, we are the cultural area with the highest rate of vegetarians/vegans. Naturally, these days many more vegetarian restaurants, pizzerias and farm holiday providers offer clients vegetarian dishes, with varying degrees of originality. Many chefs, having noted these new tendencies, have dedicated their free time to investing in improvingtheir vegetarian recipes. For them cooking with the products of our land is an extraordinary opportunity for growth and for stimulating and productive changes. With this in mind, my experience as a trainer is significant. For many years I have personally taken it upon myself to spread the word about our “vegetarian beauties” to as large a public audience as possible via conferences, debates and courses. Acceptance and the influence of this type of initiative – among the public and “sector workers” – is growing.

 

 

 

Puoi acquistare il libro, a 35.00€,  compilando i campi qui sotto.

Paga con paypal e il libro ti verrà spedito immediatamente e gratuitamente!